Home / Ricette / Piatti Unici / Ragù di soia

Ragù di soia

ragù di soia

La ricetta della versione vegana dell’amato condimento

È quasi l’icona della cucina italiana: un bel piatto di tagliatelle fumante e inondato di profumatissimo ragù di carne. Questo sugo è infatti uno dei più famosi condimenti per la pasta, anche all’estero (dove per lo più viene chiamato “bolognese”).

Il suo sapore inconfondibile, però, non è dato soltanto dalla carne, bensì dall’insieme di odori e aromi che rendono unica questa salsa. Ecco allora che anche questa versione vegana, che ne ricrea la consistenza e il gustoso sapore, non sfigurerà neanche davanti al più tradizionale dei ragù. Persino chi ama la carne ne resterà stupito.

In questa ricetta di ragù vegan la carne viene sostituita da un ingrediente economico e ormai facile da trovare, il granulare di soia. È un alimento a base di farina di soia e acqua che viene lavorato con una tecnica chiamata estrusione, seguita dall’essiccazione. Il granulare di soia per poter essere utilizzato viene reidratato in acqua calda per circa 20 minuti e poi strizzato bene. In seguito a questo breve procedimento assume una consistenza del tutto simile a quella della carne trita, ed è perfetto per ricette come polpette, burger e appunto ragù.

Portate in tavola un piatto di pasta o lasagne con questo ragù per il pranzo della domenica: sarà un comfort food perfetto in una fredda giornata autunnale, ottimo insieme a un bicchiere di vino rosso e a una compagnia di persone amate. Buon appetito!

Ingredienti

  • Granulare di soia 300 g
  • Concentrato di pomodoro 200 g
  • Cipolle 2
  • Carote 2
  • Coste di sedano 2
  • Olio extravergine d’oliva 3 cucchiai
  • Semi di cumino 1 cucchiaino
  • Noce moscata 1/2 cucchiaino
  • Peperoncinob.
  • Sale e pepeb.
  • Alloro 2 foglie
  • Vino rosso 1/2 bicchiere
  • Acqua 1 l

Persone

6

Difficoltà

Tempo di preparazione

20 minuti

Tempo di cottura

1 ora

Preparazione

  • Come prima cosa, fate reidratare la soia lasciandola per circa 20 minuti a bagno in acqua calda. Quindi scolate e strizzate bene, in modo da eliminare l’acqua in eccesso. Potete anche farla asciugare in una padella antiaderente, senza condimenti, su fuoco basso.
  • Nel frattempo, tritate al coltello le carote, le cipolle e il sedano, tenendo le verdure separate le une dalle altre. In un piccolo mortaio, frantumate i semi di cumino.
  • Scaldate una casseruola, aggiungete l’olio e quindi le carote tritate. Fate arrostire le carote, aggiungendo un pizzico di sale, e quando cominciano a caramellare sui bordi (dopo circa 10 minuti) aggiungete il sedano.
  • Aggiungete un pizzico di sale e fate dorare anche il sedano (serviranno circa 5 minuti), e infine unite la cipolla. Aggiungete ancora un pizzico di sale e fai cuocere per altri 7 minuti circa.
  • A questo punto aggiungete la foglia di alloro e le spezie. Lasciate insaporire per qualche minuto, quindi aggiungete il granulare di soia reidratato, e mescolate con un cucchiaio di legno per altri 2 o 3 minuti. Infine, sfumate con il vino rosso.
  • Aggiungete il concentrato di pomodoro, 1 litro di acqua, e mescolate bene. Regolate di sale e fate cuocere per circa 1 ora a fuoco lento, facendo sobbollire (“pippiare”) il sugo. Se necessario coprite la pentola con il suo coperchio.
  • Quando il sugo si sarà ritirato di circa la metà il ragù sarà pronto. Servite con pasta fresca o secca o usatelo per comporre le lasagne.

Conservazione

Questo ragù vegano può essere conservato come il ragù tradizionale. Si conserva in frigorifero, in un contenitore a chiusura ermetica, per circa 3 giorni.

Si presta molto bene ad essere congelato, negli appositi contenitori, fino a 3 mesi. Al momento di utilizzarlo, si può far scongelare in frigorifero, oppure in microonde o direttamente nella pentola su fuoco medio, con un bicchiere di acqua.

I consigli di Céréal

Il ragù di soia è perfetto per preparare le classiche lasagne al forno. Cuocete le lasagne come indicato sulla confezione, quindi preparate una besciamella vegana sostituendo il latte con il brodo vegetale e il burro con dell’olio extravergine d’oliva. Le dosi ideali sono 1 litro di brodo vegetale, 100 g di farina e 100 ml di olio. Fate scaldare l’olio in un pentolino, aggiungete la farina e amalgamate velocemente con una frusta. Continuando a mescolare, versate il brodo. Fate cuocere a fuoco medio-basso fino a che non si addensa, per circa 10 minuti. Regolate di sale e pepe e, se volete, completate con una grattugiata di noce moscata.

Quindi componete gli strati: partite da un fondo di besciamella, posizionate le lasagne e copritele con ragù e besciamella vegetale. Continuate fino al bordo superiore della teglia, quindi spolverate con pangrattato e lievito alimentare. Cuocete in forno per 30 minuti a 180°. Le lasagne sono pronte quando i bordi della pasta cominciano a seccarsi, diventando croccanti. Servitele tiepide o, se volete, congelatele le porzioni in delle apposite vaschette.

In alternativa potete provare anche Céréal Ragù vegetale a base di soia.

Provate a variare anche le spezie del ragù di soia: invece del cumino, potete usare coriandolo, paprika affumicata, pepe di Sichuan. Ogni volta otterrai un piatto sempre nuovo!