Quando si parla di alimentazione uno degli aspetti centrali è rappresentato senza dubbio dal legame con la salute. Il benessere dell’organismo, infatti, parte proprio da ciò che introduciamo attraverso la dieta e, in particolare, da tutto quell’insieme di sostanze nutritive che, ognuna con le proprie funzioni, contribuiscono al suo naturale funzionamento. Tra queste, un’importanza particolare è riservata alle vitamine, di cui diete come quella mediterranea sono particolarmente ricche. Vi è una vitamina in particolare la cui presenza è fondamentale per il corretto svolgimento di una vasta gamma di funzioni: la vitamina D.

La scoperta di questa sostanza risale al 1919, quando il pediatra tedesco di nome Kurt Huldschinsky osservò per la prima volta gli effetti benefici della luce ultravioletta su bambini affetti da rachitismo. La stessa associazione fu fatta nello stesso periodo, anche se informa ipotetica, da alcuni veterinari che osservarono come esemplari di cani vissuti al chiuso presentassero disturbi all’apparato osseo. Fu, tuttavia, solo nel 1930 che il chimico Adolf Windaus identificò la struttura chimica della vitamina D.

Nelle terapie moderne, l’utilizzo di particolari lampade UV è spesso affiancato alle terapie farmacologiche nel combattere disturbi quali depressione e stanchezza cronica. L’aumento di vitamina D dovuta a questo tipo di esposizioni, infatti, riduce la spossatezza donando un senso di benessere generale. Un effetto simile a quello osservato da numerosi ricercatori, nell’analizzare le diverse incidenze di sintomi depressivi in stagioni diverse dell’anno.

Vediamo, quindi, cos’è e dove si trovi la vitamina D, quali sono i suoi benefici e come introdurla nella nostra dieta, sia attraverso un’alimentazione mirata sia grazie a specifici integratori alimentari.

Vitamina D: cos’è e dove si trova

Per vitamina D si intende un gruppo di pro-ormoni liposolubili, costituito da 5 diverse vitamine: vitamina D1, D2, D3, D4 e D5. È presente nel nostro corpo principalmente in due forme: l’ergocalciferolo, che viene assunto con il cibo, e il colecalciferolo, che viene sintetizzato dal nostro organismo. La sua concentrazione varia a seconda di diversi fattori, legati principalmente all’ambiente, al clima e allo stile di vita, ma può variare anche in base all’età e alla condizione clinica.

La fonte principale di vitamina D è rappresentata dalla luce solare ed immagazzinata nel fegato che la rilascia in misura variabile a seconda della necessità. Per questa sua peculiarità, la vitamina D è conosciuta anche come vitamina del sole. I raggi solari, assorbiti dalla pelle, attivano e trasformano l’ergosterolo e trasportano la vitamina D così formata attraverso il sangue tramite cellule lipidiche. Questa sostanza è, dunque, il prodotto diretto della reazione tra la luce ultravioletta e un particolare sterolo presente nel nostro corpo.

La vitamina D viene tuttavia assunta dall’organismo anche attraverso la dieta e, in particolar modo, attraverso alcuni cibi. Tra questi spiccano per importanza salmone, trota, sgombro e tutti i tipi di cosiddetti “pesci grassi” che popolano fiumi e oceani. Anche le uova, e in particolar modo il tuorlo, rappresentano un’importante fonte di vitamina D, così come i funghi; mentre tra i vegetali ritroviamo questa sostanza nelle bietole e nella cicoria. L’assunzione di questi alimenti può rappresentare un valido aiuto soprattutto in quei casi in cui, per fattori esterni o per motivi di salute, non sia possibile l’esposizione della cute ai raggi solari.

I benefici della vitamina D

Livelli di vitamina D nella norma comportano tutta una serie di effetti positivi sul nostro organismo. Vediamole nel dettaglio:

  • Mantenimento delle ossa: la vitamina D è essenziale per lo sviluppo dell’apparato scheletrico, poiché contribuisce ad assorbire il calcio, fondamentale per la salute di ossa, denti e unghie. Diversi studi hanno anche dimostrato come questa vitamina migliori la densità minerale ossea, prevenendo disturbi come l’osteoporosi e il rachitismo, in particolare negli anziani e nelle donne dopo la menopausa.
  • Amica del cuore: un’altra importante funzione, spesso poco conosciuta, svolta dalla vitamina D è quella di protezione dell’apparato cardiocircolatorio. Grazie alle sue proprietà fluidificanti, infatti, contribuisce alla corretta circolazione del sangue, prevenendo lo sviluppo di patologie ad essa legate.
  • Un aiuto per le difese immunitarie: la vitamina D agisce come un ormone in grado di regolare diverse funzioni legate ai vari organi. Ha, infatti, un’azione modulante nei confronti della risposta infiammatoria e garantisce la normale funzione del sistema immunitario, oltre a contribuire alla prevenzione di infezioni e malattie autoimmuni quali il diabete di tipo 1.
  • Contro stress e affaticamento muscolare: questa sostanza aiuta a combattere i problemi legati a spossatezza e stanchezza sia mentale che fisica, contribuendo allo stesso tempo al mantenimento muscolare. Uno dei primi sintomi della carenza di vitamina D è, infatti, un forte senso di affanno con dolori acuti a braccia e gambe.
  • Contro i sintomi stagionali: la vitamina D si rivela particolarmente efficace anche contro tosse, raffreddore e influenza, prevenendo la comparsa dei sintomi e fornendo un valido aiuto durante il cambio di stagione.
  • Alleata dell’intestino: è stato dimostrato come la vitamina D abbia effetti benefici anche a livello intestinale, fornendo un prezioso aiuto per il mantenimento del microbiota intestinale, a patto che i livelli non superino quelli consigliati.

Come migliorare l’apporto di vitamina D

La vitamina D rappresenta un alleato fondamentale per il nostro organismo. Per questo è importante sapere come integrarla nella propria dieta, specie durante l’inverno quando non sempre è possibile l’esposizione diretta al sole. In questi casi, diventa allora fondamentale aumentare l’assunzione dei cibi che contengono alte concentrazioni di vitamina D, onde evitare un basso apporto di calcio alle ossa e tutte le conseguenze della mancanza di questo ormone.

Quando questo non basta, a supporto di questa fonte, diviene consigliabile l’assunzione di integratori alimentari specifici, in grado di bilanciarne l’apporto all’organismo e favorirne la sintesi. Solitamente, l’integrazione tramite prodotti dedicati è più efficace se affiancata all’assunzione di cibi adeguati, per una migliore risposta fisica e per evitare scompensi. È bene in questi casi rivolgersi sempre ad uno specialista, sia per quanto riguarda la scelta dell’integratore alimentare più adatto alle esigenze individuali sia per consigli e indicazioni riguardanti il dosaggio.

La vitamina D viene utilizzata molto spesso anche in ambito cosmetico per la produzione di prodotti di bellezza. La sua funzione elasticizzante dona, infatti, lucentezza alla pelle, contribuendo a idratarla e a combattere i segni del tempo. Inoltre, è utilizzata in ambito farmaceutico per via delle sue proprietà antinfiammatorie e depurative, in grado di prevenire disturbi della pelle quali acne, eczema e psoriasi.

Integratori di vitamina D e dieta: i consigli di Céréal

Il ruolo centrale della vitamina D nel corretto funzionamento del nostro organismo ci fa capire quanto sia importante un’adeguata assunzione nella dieta di tutti i giorni. La dieta mediterranea, già di per sé ricca di pesce e alimenti che la contengono, rappresenta un valido aiuto in questo senso. Tuttavia, come abbiamo visto, la stagionalità può influire sia sulla reperibilità di alcuni ingredienti sia sulla necessità del nostro corpo per svolgere le sue funzioni.

In questi casi, e per tutti quelli che cercano un nuovo modo di integrare con gusto, Céréal ha ideato l’Integratore Alimentare Ossa e Muscoli Céréal. Oltre a contribuire alla carica quotidiana grazie alle proteine, questo gustoso integratore presenta un alto contenuto di vitamina D, utile per la salute di ossa e muscoli. Pratico da portare con sé grazie al formato in barretta, unisce il gusto unico delle nocciole alla dolcezza delle albicocche, per una pausa di benessere all’insegna della golosità! Gli integratori Céréal non vanno tuttavia considerati come sostituti di una dieta bilanciata e una vita attiva.

Provate anche voi tutta la bontà di sentirsi in forma e assaporate i benefici della vitamina D con Céréal! 😉